Noi del PilatesOne

Questa poesia è stata scritta da una allieva del corso principiante… Sono grata per queste parole e… molto divertita! Grazie Annamaria !

Buchiamo il soffitto

sfondiamo pareti,
il pavimento no, ci teniamo quello…pelvico!
Lievitiamo lievitiamo
sospese tra fili e palloncini,
baciate dal canto degli uccellini generic viagra 100mg.
Tra un rachide e l’altro
snoccioliamo,
dondoliamo
andiamo in torsione
e facciamo pure il…torpedone!
Oh pardon, che sia torpedo?
In un canto sta Giorgetto,
solo solo poveretto,
tutto ossa e niente pelle
a mostrar che siamo quelle!
Su la gamba a tavolino
allunghiamo e ritraiamo
or di punta ed or di tacco:
il martello quanto è bello!
Cane gatto ed elefante
imitiamo tutte quante…
L’andare in quadrupedia
è il sollievo della schiena mia…
E poi per chi lo voglia
c’è sempre la posizione foglia!
Volete scherzare?
Rimedi quasi miracolosi
per artrosi, scoliosi
e tant’altri malanni affannosi!
Tric trac cric crac…
Sinistri rumori
talor escon fuori…
Accorre Luigina
soave e paziente:
“Non è niente, non è niente”!
E’ tutto normale…ma… vi fa male?
Buon Natale amica mia,
buon Natale a tutte quante
dal profondo del… trasverso…
Sono solo principiante
la postura non è elegante,
ma questo PILATES
assai assai mi PIACES!!!
(non ve l’ho detto prima,
ma col Pilates non c’è rima…)